Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
15 luglio 2011 5 15 /07 /luglio /2011 19:10

In fondo al mare una piccola sirena si annoiava, quel giorno non era andata a scuola perchè aveva mal di coda, ma ora stava meglio e cercava qualcosa da fare, i genitori erano usciti e lei decise di fare una nuotatina fuori casa giusto per far passare il tempo.

Nuotando si accorse che la corrente era molto forte e faceva fatica a tenere la direzione giusta, poi all'improvviso un mulinello la catturò, cominciò a girare su sè stessa molto velocemente e la corrente la trascinò in alto e quando tutto si calmò vide che era arrivata in superficie, vicino alla terra ferma.

Uno splendido sole brillava sopra la sua testa, era la prima volta che lo vedeva, lei era molto piccola e i grandi le dicevano che era molto pericoloso avvicinarsi così tanto al cielo, al sole e alla terra; lei però si sentiva benissimo e il caldo del sole le piaceva tanto, si guardò in torno, sulla riva vide un cavallo bianco, al suo fianco un ragazzo.

Si avvicinò, -: ciao! mi chiamo Martina e sono una sirena, un mulinello mi ha portato quassù e ora non so come tornare a casa, mi pui aiutare!

Il ragazzo la guardò stupito, aveva sentito parlare di sirene ma non pensava esistessero davvero.

-: non saprei disse, io sono il figlio di re Carlo e abito in quel castello, se vuoi ti porto lassù, il nostro mago di corte sa molte cose e lui sicuramente troverà la soluzione.

La fece salire sul suo cavallo che nitrì, sì grazie! rispose Martina: - perchè lo ringrazi? chiese il ragazzo, : - perchè mi ha chiesto se stò comoda.

tu capisci il linguaggio del cavallo? chiese ammirato.

:- Certo! noi a scuola impariamo le lingue di tutti gli animali, terrestri e marini, io sono ancora piccola e ne ho imparate poche ma quando sarò grande le conoscerò tutte.

Giunto al castello il principe Alberto chiamò il padre e il mago di corte, poi si sparse la voce ed altre persone arrivarono ad ammirare la bella sirena, che con tutti quegli occhi addosso si sentiva a disagio, pergiunta loro erano tutti vestiti mentre lei era nuda ed incominciava ad avere freddo e anche fame.

Martina chiese al mago di fare qualche cosa al più presto, lui riempì d'acqua tiepida una vasca e le portò qualche pesciolino rosso che lei gradì, si posò sul fondo e si addormentò.

Quando si svegliò era notte fonda, guardò in alto e vide le stelle e la luna piena.

Il principe Alberto dormiva su una panca vicino alla vasca, Martina pensò che era stato carino il principe a non lasciarla sola e la vista del cielo illuminato dalle stelle e dalla luna le fece battere forte il cuore e pensò che quella scena non l'avrebbe mai dimenticata.

Alberto si svegliò e una cameriera gli portò la colazione, lui fece assaggiare a Martina un po' di quel cibo, lei lo mangiò pensando che il gusto era abbastanza buono anche se un po' stopposo, non era bello, viscido e scivoloso come i pesciolini che mangiava per colazione, ma ingoiò e ringraziò il principe.

Ora però devi trovare il modo per farmi tornare a casa! Alberto la mise sul cavallo e la riportò in riva al mare, nel tragitto lei e il cavallo parlarono di quello che sarebbe successo di lì a poco al regno di re Carlo, il cavallo aveva saputo che dei cavaglieri armati stavano raggiungendo il villaggio con l'intento di conquistarlo e uccidere il re.

Martina mise subito al corrente della situazione il principe Alberto che scrisse un messaggio al padre, lo legò al collo del cavallo che ubbidendo al suo comando galoppò veloce fino al castello.

Martina non sapeva cosa pensare ma Alberto le rivelò il suo amore, lei gli chiese di seguirla in fondo al mare per diventare suo marito, lui accettò e insieme si tuffarono fra le onde, un po' più sotto i genitori di Martina la stavano aspettando seguiti da un delfino bianco.

Alberto perse i sensi, pensò che sarebbe morto, lui non poteva respirare sott'acqua! non fu così, si risvegliò dentro ad una grossa conchiglia, vicino a lui Martina che lo guardava con amore, il grosso delfino gli si avvicinò, gli soffiò sul viso e Alberto si accorse di poter respirare come un vero pesce, doveva solo imparare a nutrirsi come loro, l'amore per la bella sirena era fortissimo e desiderava con tutto se stesso di riuscirci.

Sono passati gli anni , Alberto e Martina sono felici insieme in fondo al mare, ogni tanto salgono in superficie per salutare re Carlo e parlare con gli animali.

Lui guarda la sua casa, la sua gente, ascolta i commenti e i discorsi degli umani e pensa: è meglio vivere la sotto!!! e si rituffa.

         C.P.    

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by fiabe e storielle per bambini - semplici ricette
scrivi un commento

commenti

Présentation

  • : Blog di paola-bloglibro.over-blog.it
  • Blog di paola-bloglibro.over-blog.it
  • : il mio blog consiste nel raccontare storielle per bambini - ricette di cucina e consigli utili per la casa.
  • Contatti

Recherche

Liens